Correzione dell’alluce valgo secondo la tecnica di Chevron

Posted on

L’intervento con tecnica percutanea, per il trattamento dell’alluce valgo è uno dei metodi più efficaci per la soluzione di questo problema così invalidante.

L’alluce valgo è una deformità che coinvolge il primo dito del piede e che vede alla base della deformità la “varizzazione” del primo metatarso. L’alluce valgo colpisce molto più comunemente le donne ed è la prima causa di intervento chirurgico sull’avampiede. Torna in cima Prima di decidere se un paziente sia candidato per un intervento di correzione dell’alluce valgo è importante una corretta valutazione clinica. Infatti in questi pazienti è indispensabile una correzione anche del piattismo del piede attraverso tempi chirurgici a livello del retropiede, essenziali per il buon risultato dell’intervento. Ha infatti un ruolo solo di protezione e di sterilità nelle tecniche open, mentre diventa parte dell’intervento chirurgico nelle tecniche mini-invasive/percutanee o miste. Come spiegato la tumefazione quindi il gonfiore nel post-operatorio possono dipendere dalla tecnica chirurgica, ma anche da caratteristiche proprie del paziente o dall’intervento eseguito precedenti interventi chirurgici. È bene pensare di tornare a scarpe esteticamente appaganti (strette in punta e con tacchi importanti) non prima di 3 mesi anche a seconda della tecnica chirurgica scelta. Mentre la tecnica di correzione percutanea dell’alluce valgo, permette mediante «tre piccoli buchi» di effettuare la correzione senza utilizzo di mezzi di sintesi. Non esiste un gold standard di tecnica chirurgica per il trattamento dell’alluce valgo.

Le complicanze della chirurgia percutanea o mini-invasiva nella correzione dell’ alluce valgo.

  • La vostra età.
  • La vostra storia medica e la salute generale.
  • Il vostro lavoro e stile di vita.
  • Le vostre aspettative dalla chirurgia.
  • La gravità dei sintomi.

La chirurgia del piede è una delle specialità ortopediche più difficili per la complessità dei distretti da opera-re e la necessità di una corretta indicazione chirurgica, non sempre immediata.

Un buon chirurgo ortopedico non dovrebbe mai prendere in considerazione l’intervento chirurgico di corre-zione della deformità ai soli fini estetici. La tecnica chirurgica mininvasiva permette di trattare altre deformità dell’avampiede come il dito a martello, la clinodattilia, l’occhio di pernice, il 5° dito varo. Per questo motivo la tecnica deve essere eseguita da chirurghi esperti del piede sia in chirurgia tradizionale che in chirurgia percutanea. La tecnica di chirurgia miniinvasiva del piede prevede gesti chirurgici precisi che riguardano sia le parti molli (tenotomia, capsulotomia, allungamento dei tendini…) che le parti ossee (esostosectomia, osteotomia). La correzione chirurgica delle patologie del piede eseguita con tecniche a cielo aperto è notoriamente conosciuta per essere dolorosa e invalidante per il paziente trattato. Uno dei possibili trattamenti del valgismo dell’alluce è la chirurgia che utilizza la tecnica percutanea mininvasiva. Dopo l’intervento chirurgico invece contribuiscono a consolidare la correzione conseguita. La sintomatologia dolorosa è solitamente ridotta rispetto alle tecniche convenzionali così come le complicanze vascolari, legate al gesto chirurgico (come l’edema locale e eventuali complicanze della ferita chirurgica). Le tecniche mini-invasive che si possono utilizzare per la correzione dell’ alluce valgo sono fondamentalmente due: l’osteotomia sec.

L’intervento con tecnica chirurgica percutanea per l’alluce valgo

  • 1. ALLUCE VALGO = spostamento laterale dell’alluce;
  • 2. METATARSO VARO = spostamento verso l’interno del 1° metatarso.

La chirurgia percutanea affronta in modo efficace tutte le più comuni patologie del piede: alluce valgo, dita a martello, metatarsalgie, neuroma di Morton, fascite plantare e morbo di Haglund.

Senza contare che la minore invasività dell’operazione può consentire un intervento più precoce: «Utile ad anticipare situazioni che possono condurre fino alla deformità del piede», aggiunge. Le indicazioni alla chirurgia dell’alluce valgo sono pertanto rappresentate dalla deformità ingravescente con squilibrio biomeccanico, dalla metatarsalgia e dall’intolleranza alle calzature. E’ un intervento poco invasivo (rispetto ad altre tecniche come la Scarf), con lieve interessamento cutaneo e capsulare, e garantisce una notevole e rapida stabilità articolare. • Magnan B., Montanari M., Bragantini A., Bartolozzi P.(1997) Il trattamento chirurgico dell’alluce valgo con tecnica mini invasiva percutanea. La deformità del dito a martello è spesso associata ad altre patologie, tra le quali quella dell’alluce valgo, piede cavo o piede reumatico. Oggi, grazie alla nuova tecnica utilizzata, le recidive sono rare perché il sistema legamentoso del piede non viene intaccato dalla chirurgia. Infatti sovvengono utilizzati mini accessi della grandezza di un millimetro per eseguire i tagli dell’osso e formare una nuova architettura del piede che permette di camminare senza dolore. Valuteremo quindi la validità della chirurgia alluce valgo con tecnica mininvasiva. I risultati della chirurgia alluce valgo con tecnica mininvasiva invece sono molto buoni perchè si vede che la ripresa è molto buona.

La correzione effettuata con la tecnica della chirurgia percutanea prevede:

  • Pubblicato da
  • Sanità Facile

Dopo l’intervento viene effettuato un bendaggio apposito che stabilizza la correzione chirurgica che sarà rinnovato in media ogni 15 giorni fino a completa guarigione.

A seguito di un intervento chirurgico, vi sono anche maggiori probabilità di avere problemi se il vostro alluce valgo si è verificato a seguito di un’altra condizione, come l’artrite reumatoide. La Chirurgia Mini-Invasiva Rappresenta la tecnica operatoria più innovativa, senza incisioni ma attraverso piccoli forellini e con tempi ridotti, permette di risolvere gran parte delle patologie a carico dell’avampiede. Molte le tecniche di ultima generazione che offrono il miglior compromesso tra mininvasività e accuratezza della correzione e che risultano più affidabili della tecnica percutanea. Quando questo non riesce più si hanno le deformità e il dolore, che spesso necessitano dell’intervento chirurgico. La tecnica di correzione percutanea dell’alluce valgo e delle patologie associate dell’avampiede (metatarsalgie, dita a martello, ecc. Negli ultimi anni si sono moltiplicati a dismisura i centri e gli ortopedici che si occupano di tecniche percutanee per la correzione dell’ alluce valgo. L’intervento in chirurgia percutanea per la cura dell’alluce valgo è tecnica operatoria di recente impiego e per ora non molto diffusa. Privacy & Cookies Policy Le malformazioni del piede possono essere trattate con terapia conservativa oppure necessitare di intervento chirurgico, tradizionale o mininvasivo. Attenzione a non sopravalutare le nuove tecniche minivasive e percutanee per la correzione dell’ alluce valgo. Per saperne di più: www.allucevago.info L’alluce valgo è la prima causa di chirurgia del piede nella donna, la seconda nell’uomo. La correzione chirurgica con tecnica percutanea (mini-invasiva) si esegue attraverso piccole incisioni della cute di circa 5 mm. Le novità della tecnica percutanea e del sistema chirurgico PBS però sono abbastanza evidenti: • interventi mini invasivi, La tecnica PBS, sempre nel rispetto delle linee guida delle leggi della biomeccanica e della fisiologia del piede,  permette una concreta personalizzazione dell’intervento. Esistono molte tecniche per ottenere l’anestesia chirurgica del piede. L’intervento chirurgico è solo una delle fasi che compongono il Percorso PBS per la cura dell’alluce valgo. Nonostante l’intervento “Mini Invasivo”, il piede potrebbe sanguinare e la medicazione si potrebbe sporcare. Oggi è possibile praticare un intervento chirurgico mini invasivo mediante semplici fori cutanei attraverso i quali si agisce sui tendini e sulle falangi in modo tale da correggere la deformità. Sono descritte oltre 100 tecniche correttive per l’alluce valgo, il che spiega come in realta’ non si possa parlare di una sola tecnica vincente.